Il libro

Un libro dettato dall’energia cosmica dell’Universo, un silenzioso dialogo tra il sorriso di una lacrima, rapportandomi al firmamento, avvolto nell’abbraccio di mia madre, improvvisamente apparsa lassù, per guidare e proteggere il mio cammino.

Un libro di Paolo Goglio

Mi avete guidato, protetto, consigliato,
avete ascoltato le mie grida
e nobilitato le mie lacrime
sigillandole con il seme della speranza
con l’abbraccio di un destino superiore.
Ora posso dialogare oltre la mia sfera,
scrivere, riscrivere la storia. Non ci sono varchi temporali
né pagine già scritte,
osservo il vostro messaggio
e lo traduco in queste righe,
perché così mi è stato richiesto.

hubble-frisbee-m82-cigar-galaxy_19428_600x450

Chi sei?

Quanti atomi hai?

Chi ha scritto la tua sequenza genetica e soprattutto chi ha innescato il processo di vita per cui hai preso luce, animato da scintille splendenti che possono giungere nell’ovunque, con la semplicità del sogno, dell’abbandono, dell’ascolto… apri le palpebre e preparati al risveglio, dischiuditi come un fiore planetario figlio di un seme cosmico, è ora di germogliarti nel sistema solare, alimentarti di luce, dissetarti di amore… stai per divenire, trasformare, evolvere, abbracciare tutto, tutti, stai per passare dalla solitudine del silenzio interiore alle musiche che chiamavi paradiso e ora sono, semplicemente, i raggi caldi del tuo sguardo liberato dai pregiudizi, dalle incertezze, incomincia a trasmettere per ricevere, ad amare per amore, non c’è nulla da chiedere, alzati e vola, hai già tutto, sei già nel sempre, ti osserviamo, ti ascoltiamo, ti abbracciamo, è l’alba di un nuovo giorno, dipinto sulla tela fiorita, rosa pallido, giallo primo sole, profumo di rondini, sipario di nuvole… entra in scena il domani, lascialo accadere, sei pronto per accogliere tutto… insieme a tutti…”

hubble_crab_neb-lg

Continuate a credere, a vivere, a sognare, aprite le mani e alzate lo sguardo, respirate, riempitevi dei colori del cielo e delle sfumature magiche che risuonano nelle armoniche dell’universo, avvicinatevi senza paura e lasciate le inutili polveri del carattere, della convinzione, del pregiudizio, del controllo, del metodo e della schematica, abbandonate queste ceneri primitive che seppelliscono la purezza delle fiabe per offuscare la semplicità del dare e del ricevere come nubi anticicloniche che si interpongono tra voi e la luce del calore,  sereni come un cielo sereno, trasparenti come acqua sorgiva, aria limpida e inviolata, cristallini fratelli di un unico padre che cercano luminose sorelle della stessa madre, uguaglianza, equilibrio, parità, solidarietà, completezza, comunanza, tutto già esiste ed è pronto da cogliere, accogliere, amare…

hubble_nasa_suaron

Qui deve dischiudersi la voce dell’amore, le corazze non vanno posizionate a difesa del dolore: nessuno potrà ferirvi se siete nell’azione del cuore, nelle energie della coscienza e non importa cosa fate, ma solo come lo fate, come siete posizionati rispetto al vostro campo d’azione, quanto siete assolti dentro, non fuori, a cosa servono i polsi liberi se avete incatenato le vostre scelte, le vostre decisioni e sacrificato il dono del potenziale evolutivo, se vi limitate a consumare, bruciare tempo e risorse, non avrete necessariamente altre scelte, possibilità, alcuni ritornano, altri vagano nelle aree periferiche del nulla lontano ma questo è il forse, il poi, il dopo, il futuro che sarà, il tempo che sta per giungere e che voi chiamate ‘futuro’.

heic1107a

Potete salire, uscire, risuonare nelle armoniche vibrazioni del passato che scandiscono musiche di una cetra viscerale, elio, idrogeno, ossigeno, carbonio, magnesio, silicio… siete un composto chimico che studia la chimica, siete una metropoli di cellule che studiano le cellule, siete un regno di atomi che studia gli atomi. Vi rapportate all’universo esattamente come ogni singola vostra molecola si rapporta a voi, noi siamo il vostro firmamento e voi il firmamento dei vostri atomi, reti collegate energeticamente ad altre reti collegate energeticamente che si collegano ad altre reti sempre attraverso il passaggio, lo scambio, il flusso di energia. Posate le cellule della mano destra sui tessuti del vostro caldo cuore, riascoltate, rivivete, ricollegatevi alla nascita delle nascite, quando le fornaci termonucleari della vostra anima hanno dato vita all’essenza dell’essere, al Grande Dio, unico e uno, di cui voi siete unicamente parte, unicamente tutto…

hubble_ngc_602-lg

dal 14-2-2013 è disponibile anche su Amazon